Stampa

Descrizione del Corso

Il Corso di Dottorato in Scienze Biomediche è aperto a giovani laureati italiani e stranieri e si propone l'obiettivo generale di formare ricercatori di elevata qualificazione, da impiegare in strutture di ricerca sia di base che applicata, pubbliche o private.

A tale scopo il Corso indirizza l’attività formativa e di ricerca su aree scientifiche e metodologiche estese, di grande rilevanza per la ricerca di base ed applicata nel campo delle scienze biomediche, sia in settori di interesse nazionale che regionale. Tale indirizzo viene seguito mediante un approccio interdisciplinare dello svolgimento delle tematiche proposte nell’ambito dei curricula attivati, la disponibilità di adeguati finanziamenti destinati alla ricerca e alla formazione dei dottorandi, la documentata collaborazione con istituzioni di ricerca pubbliche e private, italiane ed estere disponibili ad accogliere i dottorandi nelle proprie strutture, per lo svolgimento di specifici aspetti dell’attività formativa.

Il Corso dispone di una massa critica di ricercatori dotati di competenze diversificate e ben integrate che spaziano dalla biologia molecolare alla biologia cellulare, dalla fisiologia alla fisiopatologia d’organo, dalla genetica umana alla farmacologia di genere, dalla sanità pubblica allo studio di nuove strategie terapeutiche, premessa necessaria per una feconda integrazione tra la ricerca di base ed applicata nell’ambito delle scienze biomediche. Infine, il Corso si pone l’obiettivo di valorizzare le risorse umane giovanili al fine di formare professionisti della ricerca altamente qualificati che possano trovare sbocchi occupazionali non soltanto nell’Università e nei centri di ricerca istituzionali ma anche nel sistema produttivo delle imprese e concorrere in tal modo allo sviluppo socio-economico nazionale oltre che, naturalmente, del territorio sardo. Infatti, le figure professionali formate e i risultati dei progetti di ricerca portati avanti dal Corso di Dottorato in Scienze Biomediche hanno un forte impatto nel quadro socio-economico nazionale e della Sardegna in quanto influiscono direttamente e indirettamente non soltanto sulla prevenzione delle malattie, sulla qualità dell’assistenza sanitaria e delle potenzialità terapeutiche dei diversi centri di cura, ma rappresentano anche la base per la brevettazione e costruzione di apparecchi di ricerca e clinici da proporre alle imprese che insistono nel territorio nazionale.

Obiettivi formativi

Obiettivo generale:

Formare ricercatori di elevata qualificazione, da impiegare in strutture di ricerca sia di base che applicata, pubbliche o private.  L’obiettivo formativo sarà perseguito anche in collaborazione con altri atenei italiani e stranieri o, a seguito di convenzioni, con soggetti pubblici e privati in possesso dei requisiti di elevata qualificazione culturale e scientifica, nonché di personale, strutture e attrezzature idonee.

La formazione del dottore di ricerca sarà finalizzata anche al suo inserimento nel mondo del lavoro e del sistema produttivo del Paese presso Istituzioni pubbliche e private.

Obiettivi specifici:

Accanto all’obiettivo generale del Corso ogni curriculum attivato perseguirà, nell’ambito dei propri specifici curricula e tematiche di ricerca, obiettivi di indirizzo che verranno perseguiti con l'ausilio del Tutor e con un rapporto costante con il Referente di Curriculum. In particolare, gli obiettivi specifici possono essere individuati nel:

- improntare l’attività formativa e di ricerca su aree scientifiche e metodologiche estese, di grande rilevanza per la ricerca di base ed applicata nel campo delle scienze biomediche;

- svolgere le tematiche proposte nell’ambito dei curricula attivati con approccio interdisciplinare;

- documentare l’attività scientifica sulle tematiche proposte da parte dei docenti coinvolti nell’attività formativa;

- svolgere specifici aspetti dell’attività formativa nell’ambito di progetti di interscambio stabiliti con enti di ricerca pubblici e privati, italiani e stranieri, disposti ad accogliere i dottorandi nelle proprie strutture.

Per la realizzazione e verifica del raggiungimento di tali obiettivi formativi il corso di dottorato si avvale di una commissione didattica paritetica, che provvede all’organizzazione, razionalizzazione e coordinamento dell’attività didattica.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

I dottori di ricerca in Scienze biomediche hanno titolo e competenza per essere impiegati presso strutture pubbliche o private con finalità di ricerca (sperimentale e applicata, clinica e laboratoristica), formazione e assistenza, allo scopo di realizzare progetti di ricerca nazionali e internazionali su temi delle neuroscienze, della genetica, della fisiopatologia molecolare, cellulare e medica, della sanità pubblica, dell’odontostomatologia estetica adesiva, della medicina di genere e della biostatistica.

Il dottore di ricerca formatosi nel Corso di Dottorato in Scienze Biomediche, sarà provvisto di conoscenze approfondite in campo biomedico e tecnologico, che gli consentiranno di acquisire competenze per programmare e realizzare applicazioni biotecnologiche che possono contribuire sia ad un arricchimento delle conoscenze di base che all’applicazione di queste ultime alla salute dell’uomo, con particolare riguardo alla diagnosi, prevenzione e terapia delle malattie.

Le attività formative e di ricerca offerte dal corso di dottorato in scienze biomediche affrontano problematiche e tematiche emergenti alle quali sempre più organizzazioni nazionali e internazionali destinano rilevanti risorse economiche ed umane. Pertanto il futuro dottore di ricerca in scienze biomediche potrà trovare sbocco occupazionale presso: università italiane ed estere, centri di ricerca pubblici e privati, enti pubblici, imprese.